In commercio i primi zerbini igienizzanti anti-Covid

Vostra madre vi costringe a mettere le pattine quando vi accingete a varcare la soglia di casa? Con la pandemia la situazione è precipitata drasticamente? Niente paura, abbiamo trovato qualcosa che fa per voi. La società bolognese Spectre srl presenta i primi zerbini igienizzanti al mondo per uso domestico e non solo!

zerbini igienizzanti
Foto di Shane Lowry da Pixabay

Scherzi a parte, le scarpe sono, a tutti gli effetti, un notevole veicolo di sporco e germi. Quando entriamo nel nostro appartamento, infatti, le suole delle scarpe che indossiamo vi trasferiscono tutta una serie di microrganismi (batteri, ma anche virus) provenienti dall’ambiente esterno.

Quindi, anche se strofinare bene i piedi sullo zerbino, prima di entrare in casa, è cosa buona e giusta, purtroppo non basta.

Leggi anche: Coronavirus: nuova ipotesi di cura dal Giappone?

In cosa differiscono dai normali zerbini?

In questo periodo, è cresciuto il numero di persone con un occhio di riguardo per l’igiene e la pulizia della casa. Non che prima della pandemia non si sentisse il bisogno di vivere in un ambiente pulito, ma certamente ad oggi è un tema caldo.

Così, la società di Sala Bolognese (BO), Spectre srl, ha ideato degli zerbini in grado di sanificare le suole delle scarpe.

Apparentemente simili ai comuni zerbini, questi “zerbinavirus” differiscono dai primi per struttura interna e funzionamento. Al loro interno, infatti, posseggono un serbatoio contenente del liquido igienizzante, a base di alcol e cloro, che elimina i virus dalle suole.

Inoltre, non è affatto difficile da usare! Basta poggiare i piedi sui tappetini laterali dello zerbino e rimanere fermi per cinque secondi; in questo modo, il serbatoio interno, alla pressione esercitata dal peso corporeo, emette il liquido igienizzante.

Esso umidifica il tessuto dello zerbino, garantendo una completa pulizia delle suole. Infine, per asciugare le suole, è sufficiente strofinare le scarpe sul tappeto centrale.

Un’altra caratteristica di questi innovativi prodotti è il fatto che non accumulano la sporcizia. Questi tecnologici tappeti, infatti, possono caricare fino ad un litro di liquido igienizzante e così garantiscono un utilizzo continuativo fino ad addirittura tre settimane.

Il serbatoio interno è anche dotato di un tappo trasparente che consente di monitorare il livello del liquido, in modo tale da poterlo ricaricare.

Infine, le porzioni laterali e quella centrale, fatte in tessuto spugnoso, possono essere facilmente rimosse e lavate a mano.

Cliccando qui, trovate un video esplicativo.

Leggi anche: Le polveri sottili fanno aumentare i casi di infarto e di Alzheimer

Quali sono le tipologie di zerbini igienizzanti disponibili?

Sono disponibili in commercio quattro diverse tipologie di zerbini igienizzanti:

  • e-mat DOM-01: pensato per le abitazioni; è dotato di un tappeto centrale in tessuto che assicura una maggiore asciugatura delle suole; in futuro sarà possibile anche la personalizzazione, acquistando separatamente tessuti di diversi colori;
  • e-mat DOM-010/G: ideale per palestre e piscine; grazie al tappeto centrale in gomma, è particolarmente resistente al frequente utilizzo giornaliero;
  • e-mat MED-02: per le aziende e le attività (studi dentistici, studi medici, centri benessere, studi di avvocati ecc.); è adatto fino a cento passaggi giornalieri ed elimina la necessità di indossare i copri-scarpe; ad esso possono essere aggiunti uno o addirittura due serbatoi esterni, ciascuno della capienza di 8,5 litri di liquido igienizzante, il che permette di gestire un maggiore flusso di persone, senza il bisogno di un’ulteriore ricarica; è più resistente di e-mat DOM-01, grazie ad un meccanismo rinforzato che ne garantisce il funzionamento durante un utilizzo intenso; così come la versione per abitazioni, è costituito da un tappeto centrale in tessuto che garantisce una migliore asciugatura delle suole;
  • e-mat PRO-03: per le grandi strutture (scuole, centri medici ecc.); è adatto a più di cento passaggi giornalieri; come e-mat MED-02, è componibile (possibilità di aggiungere fino a due serbatoi esterni da 8,5 litri ciascuno) e presenta un serbatoio interno dalla capienza di 3 litri! Questo allunga di molto la durata della ricarica e consente la continua circolazione di persone.

Sul sito ufficiale potete trovare maggiori informazioni.

Leggi anche: Ig Nobel 2020: vince il premio un coccodrillo parlante

Spectre srl: dall’alta moda agli zerbini

Fino al mese di febbraio, la Spectre srl produceva tacchi e accessori di alta moda, ma poi, l’emergenza sanitaria che noi tutti ci siamo trovati ad affrontare, ha spinto i due soci, Andrea Parisi e Simone La Porta Scaramelli, a riconvertire uno dei due siti produttivi dell’impresa. Così, sulla base di alcuni studi fatti in America, per limitare quanto più possibile i contagi, Andrea Parisi ha inventato e brevettato i primi zerbini igienizzanti al mondo.

Al momento, l’azienda è in attesa della certificazione come dispositivo medico per il modello MED-02.

Ad ogni modo, questi prodotti sono molto richiesti, soprattutto dai Paesi più colpiti attualmente dalla pandemia e, probabilmente, diventeranno presto una soluzione adeguata al nuovo stile di vita post-pandemia.

Fonte

Leggi anche: Rughe: perché le abbiamo e cosa possiamo fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *