Giorno e notte: cosa causa questo ciclo sulla Terra?

Il cambiamento tra il giorno e la notte è causato dalla rotazione della Terra sul suo asse. Se la Terra non ruotasse, il ciclo giorno/notte sarebbe molto diverso o forse addirittura inesistente. La durata variabile dei giorni e delle notti dipende dalla posizione sulla Terra e dal periodo dell’anno. 

La posizione sulla Terra, rispetto all’equatore, influisce infatti sul numero delle ore di luce durante il giorno. Ad esempio durante l’estate, nell’emisfero settentrionale, le ore di luce del giorno aumentano man mano che ci si sposta verso nord. In inverno, invece, il giorno è più breve quanto più ci si sposta verso nord. 

I cambiamenti stagionali nelle ore diurne sono minori vicino all’equatore e maggiori vicino ai poli. Inoltre, le ore di luce del giorno sono influenzate dall’inclinazione dell’asse terrestre e dal suo percorso intorno al Sole.

Quali sono gli effetti dell’alternanza giorno e notte?

Tra gli effetti più comuni, vi è la differente durata tra il giorno e la notte. Sebbene un giorno solare sia di 24 ore, non tutti i giorni hanno 12 ore di luce e 12 ore di buio. Questo perché l’asse immaginario della Terra è inclinato di 23,5 gradi. 

Mentre la Terra durante l’anno si muove intorno al Sole, l’emisfero settentrionale è inclinato verso il Sole in estate, rendendo il giorno più lungo della notte. In inverno, ciò si inverte e la notte si allunga. In primavera e in autunno, l’inclinazione non è né vicina e né lontana dal Sole, ma in posizione intermedia. Ciò determina una durata simile tra giorno e notte.

Altro effetto sono i solstizi, cioè le posizioni dell’orbita terrestre che segnano i giorni più lunghi e più corti dell’anno. Il solstizio d’inverno (21 dicembre circa) è il giorno più breve mentre il solstizio d’estate (22 Giugno circa) cade nel giorno più lungo. I solstizi possono anche essere rinominati per il mese in cui si verificano. 

Ad esempio, il solstizio di giugno è il punto dell’orbita terrestre in cui il Polo Nord è rivolto verso il Sole. Perciò, nell’emisfero settentrionale, ciò rappresenta il giorno più lungo dell’anno. Viceversa, nell’emisfero australe, esso rappresenta il giorno più corto dell’anno.

Nel mezzo ci sono gli equinozi. Questi segnano il punto nell’orbita terrestre in cui l’inclinazione del pianeta cambia il suo orientamento, verso o lontano dal Sole. Nell’emisfero settentrionale, all’equinozio di primavera (21 Marzo circa) corrisponde un allungamento del giorno. All’equinozio d’autunno (23 settembre circa), invece, avviene il contrario.

Per approfondire, vedi anche: Equinozio d’Autunno: cosa c’è da sapere;

Poiché il pianeta orbita attorno al Sole ogni 365 giorni, il nostro emisfero settentrionale, è più vicino al sole in estate e più lontano in inverno.

Perchè ci sono 4 stagioni sulla Terra?

La Terra ruota in senso antiorario sul proprio asse con un angolo di 23,5 gradi. Mentre la Terra ruota sul proprio asse, orbita anche attorno al Sole, impiegando 365 giorni per completare un’intera orbita

Quattro stagioni si verificano durante tutto l’anno: inverno, estate, primavera e autunno. Ogni emisfero vive una stagione opposta. Ad esempio l’inverno nell’emisfero settentrionale, mentre l’estate nell’emisfero meridionale. Le stagioni sono causate dall’inclinazione dell’asse terrestre mentre orbita attorno al Sole.

Questo perché quando il Polo Nord è inclinato verso il Sole, l’emisfero settentrionale è rivolto verso il Sole con un angolo maggiore rispetto all’emisfero meridionale. Pertanto l’emisfero settentrionale diventa più caldo. Ciò rappresenta i mesi estivi per l’emisfero settentrionale e i mesi invernali per l’emisfero meridionale. 

Mentre la Terra continua la sua orbita, il Polo Sud alla fine viene inclinato verso il Sole, invertendo le stagioni in ogni emisfero. A causa dell’inclinazione dell’asse terrestre, aree diverse ricevono quantità diverse di luce solare, creando così le quattro stagioni

Fonte;

Se hai trovato interessante l’argomento, leggi anche i nostri recenti articoli:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *