Ci sono delle alternative alla carne tradizionale?

Uno degli alimenti più amati e consumati al mondo è senza dubbio la carne. Facile da cucinare, reperibile a basso costo e in grande disponibilità, la carne è un alimento insostituibile per lo sviluppo del genere umano, soprattutto nelle nazioni in via di sviluppo.

Nel 2018 la produzione totale di carne ammontava a 341 milioni di tonnellate, e il dato aumenterà ogni anno. Produrne così tanta ha un impatto enorme sul pianeta, in termini di consumo di suolo, di acqua e di risorse energetiche. Ma se il nostro consumo di tale alimento è destinato ad aumentare, come faremo a trovare le risorse necessarie. Dovremo forse smettere di mangiare hamburger e bistecche? Forse vi è un’alternativa a questo scenario apocalittico.

Leggi anche: Aurora Boreale: le spettacolari luci del Nord

Un hamburger…che non è di carne!

Sembra buono dall’aspetto, lo sarà anche all’assaggio?

Da tempo le diverse aziende stanno lavorando a dei possibili sostituti che possano comportare minori costi e soprattutto una produzione più ecosostenibile. Quello che vedete in figura è l’Impossible Burger, a prima vista un hamburger normalissimo, ma in realtà non è cosi.

Si tratta infatti di un hamburger vegetale il quale non contiene carne, ma solo ingredienti vegetali (concentrato di proteine di soia, olio di cocco, olio di girasole, e aromi naturali). Vi starete chiedendo qual è la novità, visto che esistevano già in passato sostituti vegetali.

Ebbene questi ultimi erano delle “alternative” che cercavano di rimpiazzare la carne senza riuscire a sostituirne il sapore di fatto, costringendo i consumatori a “rinunciare” alla carne per come l’avevano conosciuta. Con questo hamburger invece la sensazione al gusto è proprio quella di un hamburger vero, nel sapore, consistenza e succosità.

Il motivo per cui questo hamburger è così simile ad un hamburger è dovuto al ferro eme, ovvero un atomo di ferro legato ad una molecola presente anche nei nostri globuli rossi, e che conferisce alle carni quel sapore così caratteristico. Infatti l’Impossible Burger presenta ferro eme al suo interno ricreato in laboratorio, restituendo quindi un sapore al 100% identico.

Ci sono delle alternative non vegetali alla carne?

Leggendo questo articolo vi sarete fatti l’idea che l’unico futuro sostenibile per l’umanità è quello in cui la carne è sostituita da alternative “vegetali” quali l’Impossible Burger.

In realtà esiste la speranza di poter mangiare carne, vera carne, senza consumare tutte le risorse che vengono impiegate oggi. Per farlo basta semplicemente utilizzare delle cellule animali di pollo, cavallo manzo o maiale, e coltivarle “in vitro”, fino a quando la coltura non ha raggiunto delle dimensioni tali da poter creare in laboratorio bistecche, crocchette, polpette e così via. Non è fantascienza, ma un’idea alla quale tantissime aziende stanno già lavorando (quali Mosa Meat, Memphis Meats e Biotech Foods), con ottimi risultati.

Ecco il primo hamburger creato interamente in laboratorio

Si okay, ma le persone mangeranno mai carne diversa da quella tradizionale?

Questa è la domanda da un milione di dollari alla quale non si può dare una risposta certa, almeno non nel breve periodo. Se da un lato è vero che tantissimi sono legati culturalmente ed emotivamente alla carne per come tutti la intendiamo, è anche vero che mai come oggi la sensibilità per il tema ambientale è molto presente, soprattutto fra le giovani generazioni.

Forse un giorno mangiare carne proveniente da allevamenti sarà complicato a tal punto da spingere i consumatori a preferire delle alternative. Chiaramente in un cambiamento del genere entrano in gioco tantissimi fattori, dalla cultura alla sensibilità alla disponibilità economica. Quale che sia il futuro che ci aspetta, siamo fiduciosi del fatto che solo con nuove idee e tecnologie saremo in grado di vivere in un mondo sostenibile.

1 commento su “Ci sono delle alternative alla carne tradizionale?”

  1. I ⅼike the helpful information you provіde in your articles.
    I wilⅼ bookmark your weblog and check again here regularly.
    I am quite certain I’ll learn many new stuff rigһt here!
    Good luсk for the next!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *